Via Romagna, 30 - 20900 Monza (MB)
Tempo di feste e disagio

Blog

Tempo di feste e disagio

Siamo nel pieno delle vacanze natalizie, con tutti i suoi pranzi e cene, brindisi, regali. Scrivo tuttavia questo articolo pensando a qualcuno che attraversa un momento, una fase, o una lunga e ricorrente storia di sofferenza psicologica.

Vi sono persone che improvvisamente, all’avvicinarsi delle feste, prendono quella decisione a lungo rimandata: vado in terapia. A questo punto, sentono l’esigenza, comprensibile, di farlo subito. È qualcosa che accade spesso anche al 2 di agosto, o al 7. Le vacanze imminenti, l’idea della gran parte delle persone che non attende altro, fanno sì che ci sentiamo sulla soglia di qualcosa che non sappiamo bene come affrontare. La routine quotidiana aiuta molto a mettere da parte le difficoltà, ma le vacanze invece le mettono a fuoco in modo impietoso.

Da un altro punto di vista, invece, la decisione di iniziare una psicoterapia, o intraprendere una consulenza, è davvero molto difficile: è in effetti, un primo pezzettino che facciamo da soli. Ecco che, fatta questa prima fatica in totale autonomia, bramiamo una guida competente. Diviene difficile aspettare la fine delle vacanze, che sia l’epifania o la fine di agosto. Sembra quasi di non potercela fare…

Vi sta succedendo? Se è così, chiedetevi come abbiate fatto in tutti i lunghi anni che vi hanno portato dove siete. Vi sono situazioni che proseguono per anni prima di chiedere aiuto, altre che ci sembrano insorgere dal nulla (ad esempio, gli attacchi di panico), ma in realtà il substrato cognitivo ed emotivo che vi sottende l’avete costruito negli anni. Non è detto che ci vorranno anni per cambiare, fortunatamente, ma di certo il permettersi di darsi del tempo è fondamentale. Guardare alla nostra sofferenza come ad un impiccio da togliere dai piedi quanto prima, seppur comprensibile quale desiderio, è poco utile oltre che irrealistico. Perciò non sarà l’attesa della fine delle vacanze a farvi capitolare ora. Piuttosto, con la decisione presa a sostenervi, dedicatevi tutte le cure che potete: risparmiatevi ciò che proprio non vi va, scegliete attività che vi piacciano (se includono stare a leggere sotto alle coperte, o guardare quella serie che vi piace, perché no).

Vi sono anche persone che hanno combattuto a lungo tra psicofarmaci e psicoterapia, ed ora sono scoraggiate. Persone che hanno fatto piccoli passi, ma si sentono ancora in alto mare; o persone che nonostante tutto, non si sono sentite capite ed ora si sentono disilluse, chiedendosi se fidarsi ancora o meno. A queste persone, mi piacerebbe poter dire di andar fiere di ciò che loro hanno fatto, perché nessun percorso è inutile. Alle volte, proprio quelli che ci sembrano insuccessi possono essere porte verso un cambiamento. Altre volte, noi terapeuti possiamo non cogliere qualcosa di importante, ma può essere a maggior ragione risolutivo tornarci sopra e dare un senso ad un momento di blocco, o di stallo. In terapia vi è una relazione importante tra terapeuta e paziente, che apre spazi di discussione e confronto non sempre disponibili nella realtà (perché davvero non abbiamo spazio di confronto con gli altri, o perché abbiamo troppo timore di non averlo): in questo spazio, la propria opinione, il proprio modo di vivere la relazione col terapeuta ed i sentimenti provati hanno sempre grande importanza.

Potrei dare qualche consiglio su come gestire le vacanze, ma sospetto che sarebbe un modo di sminuire la sofferenza, che alle volte va invece riconosciuta per quello che è, perché guardarla da vicino è un modo possibile, seppur non facile, per iniziare ad averne meno paura.

Una crisi può essere un abisso, ma anche una potente spinta al cambiamento.

Dott.ssa Valentina Cozzutto
Psicologa Psicoterapeuta a Monza e Brianza


Tutti gli articoli


Ambiti d'intervento

  • Disturbi Psicologici
  • Consulenze Sessuologiche
  • Non riuscire a raggiungere obiettivi importanti
  • Relazioni difficili o dolorose
  • Crisi di coppia
  • Una perdita importante
  • Crisi nel proprio ruolo genitoriale
  • Trattamento specialistico dell'insonnia

Parlami del tuo problema


Dott.ssa Valentina Cozzutto

Psicologa Psicoterapeuta a Monza e Brianza

Partita IVA 10599480968
Iscritta all'Ordine Psicologi Lombardia n.14680 dal 17/02/2006

Info
2021. «powered by Psicologi Italia». È severamente vietata la riproduzione delle pagine e dei contenuti di questo sito.